Certificazione: Industria 4.0 Ready Download
25-02-2021
6 tempo di lettura
Noortje Vollenberg
Ultimo aggiornamento: 06-10-2021

23 indicatori chiave che non puoi ignorare nel tuo cruscotto di produzione

Questi indicatori chiave di prestazione tengono in pista le tue macchine industriali e i processi

In questo blog del post ti mostreremo quali sono gli indicatori più importanti, come raccogliere i dati necessari e come puoi trasformarli in informazioni preziose.

Un andamento delle macchine efficiente e processi di business ottimizzati sono elementi importanti per operazioni di business di successo. Per misurare, analizzare e migliorare in modo efficace hai bisogno di alcuni indicatori. Ciascun ruolo lavorativo necessita di varie informazioni. Per garantire più ampi obiettivi di business spesso devi combinare svariati indicatori.

In questo articolo spieghiamo quali sono gli indicatori di produzione, perché hai bisogno di un cruscotto e quali sono i 23 indicatori chiave che contano di più per diversi scopi e obiettivi di business. Per presentarteli in modo più pratico ti presentiamo uno strumento che puoi usare per realizzare e monitorare i tuoi cruscotti, così puoi tenere tracciate le prestazioni della tua macchina usando il monitoraggio delle condizioni live.

Consiglio! Registrati per il nostro tour gratuito del prodotto e guarda cruscotti live di dati in azione.

Cosa sono gli indicatori di produzione?

Un indicatore di produzione o KPI (Key Performance Indicator, indicatore chiave di prestazione) è una misura ben definita per monitorare, analizzare e ottimizzare processi di produzione riguardo la quantità, qualità nonché differenti aspetti come tempo, fatturato e costi. Questi indicatori devono essere allineati a scopi e obiettivi di business e devono essere definiti in modo SMART (Specific, Measurable, Actionable, Realistic, Time-Based, specifico, misurabile, azionabile, realistico, basato sul tempo).

Per migliorare i tuoi indicatori hai bisogno di una metodologia di miglioramento continuo - un ciclo che non è mai totalmente finito. Per miglioramento continuo hai bisogno di un cruscotto di produzione con questi indicatori chiave inclusi.

Perché hai bisogno di un cruscotto di produzione?

Un cruscotto di produzione aiuta a monitorare e a visualizzare i KPI più importanti. Consente ai produttori di tracciare e ottimizzare la qualità di produzione e allo stesso tempo di ottenere informazioni in operazioni specifiche con diverse macchine. Questo rende un cruscotto uno strumento di analisi estremamente prezioso per gestire in modo efficace tutte le operazioni correlate.

Queste sette ragioni spiegano i vantaggi di un cruscotto di produzione:

  1. Usare dati per prendere decisioni consapevoli.
  2. Gestire l'efficienza in tempo reale.
  3. Identificare problemi prima che accadano.
  4. Ottieni informazioni complete su linee di produzione o macchine specifiche.
  5. Risolvi prontamente arresti di attrezzatura e problemi.
  6. Elimina registrazioni manuali come fogli di fermo macchina.
  7. Impegna lo staff ( o i fornitori) e migliora la produttività.

Ecco una lista degli indicatori/KPI più comuni nell'industria di produzione per aggiornare la prestazione e la qualità di processi e macchine e monitoraggio delle condizioni.

23 indicatori chiave che contano nei tuoi report

Migliorare produzione ed efficienza

  1. Volume di produzione – Traccia le quantità che sei in grado di produrre
  2. Inattività di produzione – Analizza e ottimizza il tuo livello di manutenzione
  3. Costo di produzione – Il costo totale attuale per produrre un oggetto
  4. Tempo di produzione – Quantità totale del tempo di produzione effettivo
  5. Tempo per compiere i passaggi – Misura la velocità o tempo che ci vuole per cambiare una linea di produzione o un impianto per passare da un prodotto di un tipo a uno differente. Tracciando questo indicatore puoi identificare come e quando puoi migliorare il tuo tempo di passaggio, ad esempio usando attrezzatura che è più semplice da impostare e configurare.
  6. Produttività – Misura quanto di un prodotto viene prodotto su una macchina, linea, unità o impianto in un periodo di tempo specifico.
  7. Overall Equipment Effectiveness (OEE) – Questo indicatore multidimensionale è un multiplo di disponibilità x prestazione x qualità e può essere usato per indicare l'efficacia generale di un pezzo di attrezzatura di produzione su un'intera linea di produzione.
  8. Total Effective Equipment Performance (TEEP) – Un indicatore di prestazione che fornisce informazioni così come la reale capacità delle tue operazioni di produzione. Tiene conto sia di perdite di attrezzatura (misurate dall'OEE) e perdite del programma (misurate dall'utilizzo). Calcola la prestazione di efficacia totale moltiplicando disponibilità, prestazione, qualità e utilizzo. Il TEEP è calcolato utilizzando quattro fattori: disponibilità, prestazione, qualità e utilizzo.

Migliorare la qualità

  1. First Pass Yield – Indica la percentuale di prodotti che sono prodotti correttamente e secondo specifiche la prima volta attraverso il processo di produzione senza avanzi, ripetizione o rielaborazione.
  2. Tasso di rendimento – Misura quanti oggetti sono spediti indietro. Altresì conosciuto come rifiuto del cliente.
  3. Qualità in entrata del fornitore –Una misura della percentuale di materiali di buona qualità che giunge nel processo di produzione da un dato fornitore.
  4. Densità dei difetti – Traccia gli oggetti danneggiati.

Ridurre i costi e migliorare il profitto

  1. Turnover degli asset – Prendi consapevolezza dei turnover in relazione alle entrate
  2. Costi unitari – Traccia e ottimizza i tuoi costi unitari nel tempo.
  3. Return on Asset – Guarda quanto sono redditizi i tuoi affari rispetto ai relativi asset.
  4. Costi di manutenzione – Valuta i costi delle tue attrezzature nel lungo periodo.
  5. Right First Time (RFT) – Comprendi la prestazione del tuo processo di produzione
  6. Costo di produzione come percentuale di ricavo – Un rapporto di costi totali di produzione rispetto ai ricavati generici prodotti da un impianto di produzione o unità di business.
  7. Net Operating Profit – Misura la redditività finanziaria per tutti i proprietari di un impianto di produzione o unità di business.
  8. Costo energetico per unità – Una misura del costo di energia (elettricità, vapore, olio, gas, ecc.) richiesta per produrre una unità specifica o volume di prodizione.13.

Migliorare il servizio esterno

  1. Tempo medio fra i guasti (MTBF) – Indica il tempo medio operativo fra i guasti. L'MTBF aiuta le imprese a capire la disponibilità della loro attrezzatura (e se hanno un problema con l'affidabilità). Il valore misurato dipende fortemente dalle condizioni di funzionamento sul posto (temperatura ambiente, cicli di avvio/arresto, intervalli di servzio ecc.) etc.).
  2. Tempo medio di riparazione (MTTR) – Il tempo medio di riparazione dopo una rottura di sistema. Questo valore indica quanto ci vuole in media per rilevare e localizzare un guasto e a sostituire il componente difettoso.
  3. Tempo medio di indisponibilità (MDT) – La quantità media di tempo richiesta per riparare un guasto dopo un'interruzione. A differenza del MTTR, l'MDT include l'intera durata di una riparazione e manutenzione nonché qualsiasi ritardo dovuto a tempi di arrivo e di consegna, sostituzione di logistica dei pezzi e tentativi falliti durante la manutenzione non prevista.

I produttori di macchine impostano la base per facilitare questo tipo di indicatore usando i parametri dalla macchina

Dagli indicatori di macchina agli indicatori di produzione

Inizia tutto con le macchine poiché sono al centro di qualsiasi operazione di produzione. Una macchina autonoma o una macchina che è parte di un processo più grande genera un sacco di dati. I cambiamenti nello stato della macchina, i contapezzi o i sensori di misura sono registrati localmente sul controllore industriale (ad es. PLC, robot o HMI) e sono solitamente definiti in variabili o parametri nel software.

Per tracciare questi indicatori della macchina e usarli per calcolare gli indicatori di produzione per monitorare le condizioni, la produzione o la qualità i dati devono essere trasmessi in modo sicuro a un ambiente centrale dove i dati confluiscono da diverse fonti. Qui entra in gioco IXON Cloud. IXON Cloud ti permette di estrarre dati da attrezzatura industriale in modo facile e sicuro e di archiviarli nella nostra piattaforma SaaS per l'analisi.

Cruscotti di produzione KPI e di indicazione: produzione live e analisi OEE - IXON Cloud Cruscotti di produzione KPI e di indicazione: produzione live e analisi OEE - IXON Cloud

Accoppiare i big data da macchine di produzione con l'analitica visuale

A seconda di quali indicatori di macchina consideri importanti, nella piattaforma web-based IXON Cloud configuri quali dati vuoi raccogliere. I dati possono essere registrati sulle modifiche, i trigger o gli intervalli. Scavare tra milioni di punti dati può fornire informazioni incredibili. Gli analisti dei dati sanno come scorrere tra i tuoi dati per trovare l'informazione decisiva e presentarla in modo che gli utenti aziendali possano capire.

L'IXrouter di IXON acquisisce e monitora le variabili sull'edge, prepara i dati e li trasmette all'ambiente IXON Cloud. I costruttori di macchine o gli utenti della macchina possono usare questa tecnologia smart per creare semplici report su massicce quantità di dati senza dover ricorrere all'aiuto del reparto informatico.

Accoppiando i big data con l'analisi visiva le strutture possono usare tutti i dati e le relative variabili. Possono esplorare i dati rapidamente e visivamente per osservare relazioni e trend su cui concentrarsi.

Come visualizzare i tuoi indicatori di macchina in un cruscotto?

Puoi configurare la registrazione dei dati di IXON e creare un monitoraggio live o un cruscotto di dati storici con gli indicatori di macchina raccolti. Questi dati possono essere visualizzati in un cruscotto personalizzabile (o in un report di monitoraggio live). Ciò significa che puoi esplorare variabili tramite semplici selezioni di "drag and drop" per vedere ciò che emerge visivamente. Se emerge qualcosa di interessante può essere trasmesso per inviare allarmi o scambiati con strumenti di business intelligence per un'analisi approfondita con dati combinati.

Questi passaggi trasformano gli indicatori in cruscotti di produzione personalizzabili:

  1. Crea il tuo portale aziendale in IXON Cloud
  2. Connettiti e gestisci la tua attrezzatura industriale ad IXON Cloud usando l'IXrouter o l'IXagent
  3. Raccogli i dati configurando le variabili e i criteri di trigger
  4. Crea un cruscotto e aggiungi widgets per visualizzare le variabili
  5. Condividi cruscotti con altri utenti o field service engineers
  6. Installa l'app mobile per monitore le macchine dal tuo smartphone

Demo of IXON Cloud: Build dashboards from machine metrics for condition monitoring

Realizzare template di cruscotti di produzione in IXON Cloud

I nostri utenti apprezzano IXON Cloud perché gli consente di realizzare i loro cruscotti da zero nella loro piattaforma IoT. Ci vuole tempo per farli bene ma ne vale davvero la pena. Per ridurre il lavoro ripetitivo puoi creare template di cruscotti ed applicarli ad altre macchine.

Crea e duplica i tuoi cruscotti prestazionali per un miglioramento continuo delle tue operazioni di produzione o combina la nostra piattaforma SaaS con strumenti di Business Intelligence come Power Bi o Tableau.

Contattaci per richiedere esempi di cruscotti di produzione.

 

Raccogli nuove informazioni dai tuoi dati di macchina

Esplora le funzionalità di registrazione dei dati e di cruscotto di IXON Cloud e crea un account aziendale gratuito.

[[Registrati e crea il tuo primo cruscotto]]

o iscriviti per il tour gratuito del prodotto per esplorare le funzionalità di dati e di realizzazione di cruscotti in azione di IXON Cloud.